Pulizia del viso

In cosa consiste?

Una pulizia del viso estetista è uno dei migliori modi per prendersi cura della propria pelle e del proprio corpo, specialmente se ci si rivolge ad un’estetista competente ed esperta.

Pulisce il viso, esfolia, nutre, schiarisce e mantiene ben idratata la pelle e può aiutare a mantenere un aspetto più giovane.

La pulizia del viso è il secondo trattamento più popolare, dopo il massaggio.

I passaggi di un trattamento estetico professionale

1. La consultazione

È importante iniziare con una consultazione con l’estetista, in modo tale che possa chiedervi se avete problemi alla pelle, che tipologia di dieta seguite, la quantità di acqua che bevete, eventuali farmaci ed integratori che prendete e i prodotti che state usando.
Tutto questo può condizionare la pelle e il tipo di trattamenti a cui sottoporsi.

2. La Pulizia

Una volta avvolti i capelli, l’estetista inizia un trattamento viso con una pulizia accurata, utilizzando tamponi di cotone, salviette o spugne.

3. L’ Analisi della pelle

L’estetista copre gli occhi e guarda la pelle attraverso una lampada di ingrandimento illuminata. In questo modo potrà determinare il vostro tipo di pelle (secca, grassa, mista, sensibile o normale) e le condizioni della pelle (acne, punti neri, brufoli, rughe, danni del sole, disidratazione, ecc.). In seguito sceglie i prodotti e i trattamenti adeguati.

4. Il Vapore

Nella maggior parte dei casi per una pulizia del viso estetista si utilizza una macchina che indirizza un sottile getto di vapore caldo sul vostro viso. È rilassante e aiuta ad ammorbidire eventuali punti neri da estrarre. Se avete la pelle molto sensibile, l’estetista non può utilizzare il vapore.

5. L’Esfoliazione (con un esfoliante meccanica o chimica).

L’esfoliazione meccanica ha una consistenza granulosa che strofina via le cellule morte della pelle superficiale. Questo tipo di esfoliazione avviene di solito durante la seduta di vapore.
L’esfoliazione chimica, invece, utilizza enzimi e acidi per allentare il legame tra le cellule della pelle.

Un trattamento enzimatico dolce può essere effettuato durante il vapore. Forti peeling chimici, che variano di intensità, possono essere trattamenti autonomi o parte della pulizia del viso estetista.

pulizia del viso estetista
pulizia del viso estetista

6. Le Estrazioni

Questa è la fase di rimozione dei punti neri o bianchi, in caso di bisogno. Le persone hanno tolleranze al dolore diverse. Molti possono essere a disagio, soprattutto con una pelle sottile. Possono causare capillari rotti e chiazze se fatte in modo improprio.

7. Massaggio viso

Fatto con movimenti classici, per rilassare e stimolare la pelle e i muscoli facciali.

8. Una maschera mirata al tipo di pelle

Durante il vapore e l’applicazione della maschera l’estetista rimane nella stanza per fare un massaggio al cuoio capelluto o qualche altro servizio.

9. Applicazione finale del toner, dei sieri e della crema idratante (e solare, se è giorno)

Consigli per la cura della pelle a casa

L’estetista ti dirà come puoi prenderti una migliore cura della tua pelle e ti raccomanderà anche dei prodotti. Alcune persone si sentono a disagio in questo passaggio, perché coinvolge le raccomandazioni del prodotto. Ma non devi sentirti obbligata a comprare per forza qualcosa.

A chi rivolgersi per una pulizia del viso?

Un trattamento professionale deve essere svolto da un’estetista con licenza, con una formazione specifica nella cura della pelle. Sono chiamate visagiste, oltre che ad estetiste.

Ad un cosmetologo è legalmente permesso fare una pulizia del viso, ma la sua formazione primaria è sul trucco, quindi potrebbe non essere la scelta migliore.

Quanto costa una pulizia del viso estetista?

Di solito si spendono intorno ai 30 euro presso una stazione termale. I prezzi, però, possono variare, e saranno più alti nei centri benessere e nei resort. Maschere speciali e sieri rendono il prezzo più in alto.

Quante volte posso fare un trattamento viso del genere?

Questo varia da persona a persona. Idealmente, una pulizia del viso estetista va fatta mensilmente perché è il tempo che la pelle impiega per rigenerarsi. Cercate di farne comunque almeno quattro volte l’anno, con i cambi di stagione.

Potrebbe essere necessario farla più frequentemente se si sta cercando di risolvere un caso di acne, soprattutto all’inizio. In caso contrario, una volta al mese è più che sufficiente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*