MASSAGGIO CORPO

jescestetica

Bamboo massage. Ecco cos’è e perché piace alle donne.
Dalla tradizione del massaggio orientale arriva questa pratica, ideale per chi vuole combattere ritenzione idrica, cellulite e smagliature. Si attua tramite una manipolazione con le canne di legno, un massaggio con il bamboo che stimola il tessuto sottocutaneo in modo profondo, per eliminare tossine e scorie metaboliche, riattivare la circolazione e la presenza di ossigeno, curando così inestetismi come la ritenzione idrica, le smagliature e la cellulite.

Ma come funziona il bamboo massage? E funziona veramente?

I vantaggi di un massaggio con le canne di bamboo

Perfetto dopo l’attività fisica, questo massaggio apporta dei benefici grazie all’azione della pianta stessa, oltre che del lavoro di manipolazione. Il bamboo o bambù come si scrive spesso in italiano, è una pianta che in oriente ha sempre avuto un tradizionale significato di fortuna e salute.

Molto diffusa in tutta la Cina e in Giappone, la pianta del bamboo si trova in fusti che contengono molte sostanze come betaina, colina, potassio e silicio, in grado di fornire ai tessuti una maggiore elasticità.

Anche chi pratica il massaggio sportivo è consigliato un approfondimento sul bamboo massage, dato che per gli sportivi questo tipo di manipolazione con il bamboo va a stimolare le placche neuromuscolari, oltre a favorire la distensione e decontrazione muscolare.

L’attività neuromuscolare attivata e stimolata dal massaggio si alterna a delle fasi miorilassanti e dedicate al drenaggio dei liquidi, che rendono il bamboo massage particolarmente adatto a chi pratica sport.

Energetico sulle linee e meridiani che scorrono sulla muscolatura, questo massaggio viene praticato appunto con elementi alternati di forza e dolcezza.

Si pratica con circa 4 canne di bamboo scaldate che possiedono, secondo la tradizione, energia benefica da rilasciare e capacità di assorbire quella negativa.

Le manovre vanno effettuate con un gioco di pressione e lavorando con il polso, calibrando ogni movimento e manipolazione in base alle problematiche in atto oppure all’obiettivo che si vuole raggiungere.

Si possono utilizzare due stili, quello del bamboo massage tradizionale e quello più soft.

Il primo si attua con pressioni energetiche e rullate sui vestiti, mentre lo stile di bamboo massage soft prevede l’utilizzo di olio essenziale o aromatico.

I benefici del bamboo massage
gambe sgonfie
riduzione degli edemi
drenaggio linfatico
distensione delle fasce connettivali
miglioramento delle smagliature (richiamo del sangue per iperemia nei tessuti)
modellamento di cosce, glutei, fianchi, braccia.

Il bamboo massage anticellulite
Ideale contro la formazione della cellulite, sia edematosa che fibrotica, il bamboo utilizzato nel massaggio può dare degli ottimi risultati se ben manipolato.

La pressione della canna di bamboo favorisce il drenaggio dei liquidi ristagnanti nel sistema linfatico, oltre alla rigenerazione dei tessuti grazie all’apporto di ossigeno, derivante dalla riattivazione della circolazione sanguigna.

La manualità del massaggio migliora a lungo andare la situazione di chi presenta una pelle a buccia d’arancia, e rende un’eccellente azione sulla muscolatura anche per la prevenzione della cellulite, tramite il drenaggio.

I benefici sono notevoli per la fascia connettivale, dato che provoca lo spostamento delle aderenze sottocutaneo e riattiva la circolazione linfatica, rallentata a causa delle tossine.

Il movimento a rullo sui tessuti, detto roulage, consente la loro trazione e lo stiramento che richiama il sangue in superficie, apportando ossigeno in maggiori quantità del solito.

Le canne, scorrendo sui tessuti nel senso della circolazione stimolano tutto il microcircolo con ottimi effetti già nelle prime sedute.

Il bamboo massage alla lunga garantisce un vero lavoro di scultura sul corpo, grazie alal caratteristiche bio-stimolanti delle canne di bamboo. I grandi gruppi muscolari vengono riattivati e l’azione rinvigorente e drenante in funzione anticellulite, è coadiuvata da una fase decontratturante.

Spesso si abbina anche la riflessologia per favorire la reazione dell’organismo.

Come si esegue il bamboo massage
la prima cosa da fare è far sdraiare a terra o sul lettino il ricevente, come per altre tipologie di massaggio, e prendere gli strumenti del mestiere, ovvero canne di bamboo pulite e levigate, di dimensioni adatte al corpo del ricevente. Per un uomo sportivo molto alto e muscoloso, di certo saranno necessari dei bamboo diversi rispetto a quelli per una donna minuta, che vuole solo un trattamento bamboo anticellulite.

Le canne andranno battute tra loro e fatte scorrere lungo il corpo dalle mani fino ai piedi, sulla superficie cutanea, dapprima ad una distanza minima dalla cute, per generare un suono riequilibrante.

Si rimane a circa 1 cm dalla pelle, per poi passare al massaggio con il bamboo diretto sulla muscolatura, con delle azioni di scivolamento e rotolamento (riprese rullate), che prevedono anche il picchiettare delle canne sul corpo. Si attua in modo energico, specie su glutei, gambe e cosce; è consigliabile l’utilizzo anche di olio di bamboo che possa fornire un supporto per creare meno attrito sullo scorrimento meccanico delle canne e potenziare gli effetti di rassodamento del bamboo massage.

Ottimo per l’effetto anticellulite, l’olio combinato al massaggio sviluppa un’azione linfodrenante e riattivante su queste parti del corpo.

Dopo un’attività così vigorosa, si conclude la seduta di un’ora, con circa 10 minuti di relax. Per avere dei risultati validi, sono consigliate almeno 10 sedute di bamboo massage.